Indizi su come calcolare l’età del gatto

Indizi su come calcolare l’età del gatto

Umano indovina i miei anni

A meno che tu non abbia assistito alla nascita del tuo gatto con le lacrime agli occhi e con la voglia di dirlo a tutti, scoprire e calcolare la sua età precisa non è facile. Specie se è un trovatello. La cosa più importante è cercare di capire in quale fase della sua vita si trova per dargli da mangiare nel modo giusto e per essere a conoscenza delle esigenze legate alla sua età.

Un gatto adulto ha bisogno di un’alimentazione differente rispetto a un gattino. Nel mentre che cerchi il numero di telefono del veterinario per avere la sua opinione in merito, ecco come orientarti.

Ehi micio quanti anni hai?

Per calcolare l’età del gatto di solito si valutano 4 cose: il pelo, il tono muscolare, gli occhi e i denti.

Pelo, naso e gengive

Il gatto come gli esseri umani quando invecchia cambia il colore del pelo che diventerà bianco o grigio e dall’aspetto opaco. Di solito nel gatto adulto o giovane, il pelo è bello lucido. Di sicuro te ne dovrai prendere cura in maniera costante.

Le macchie sulle gengive e sul naso sono dei segni utili per calcolare l’età del tuo gatto. A partire dal suo 4° anno di vita si possono notare delle macchioline nelle gengive e alcune sul naso.

Denti

Persino i denti risentono dell’età e possono essere un fattore da considerare per calcolare l‘età del gatto. Più tartaro presenta e più i denti sono rovinati, più il gatto è anziano. I denti con assenza di tartaro si trovano nella bocca di un gatto tra i 3 e i 6 mesi. Già dall’anno e quindi all’inizio della sua età adulta, i suoi dentini perderanno il bianco brillante dei mesi precedenti.

Tono muscolare

Un micio con una coordinazione non precisa e che sta sulle zampe in maniera traballante ha di sicuro meno di 6 mesi.

A un anno è un giocherellone e ha dei muscoli che gli permettono di saltare da un ramo all’altro fino al tetto della casa o di scappare a zampe levate più lontano possibile da un cane sbucato dal nulla.

Ci sono gatti che sono agili e scattanti con un buon tono muscolare anche a 7-9 anni mentre altri, già a questa età, non vogliono fare altro che inseguire il raggio di sole sul loro cuscino preferito per acciambellarsi e godersi il dolce far niente. Alcuni di essi sviluppano delle patologie tipiche di questa fase di vita.

Dai 10 anni il tono muscolare inizierà a diminuire in maniera fisiologica tanto da farlo sembrare più magro. Se ti sembra troppo magro contatta il veterinario.

Occhi

A volte può capitare di trovare un gattino che non riesce a fare nulla e che ha gli occhietti chiusi. Sappi che è nato da non più di 10 giorni. All’inizio avranno il tipico colore azzurro che indica la sua giovane età. Fino ai 10 anni gli occhi ti ammalieranno con le iridi belle lucide. Con l’avanzare dell’età si formerà come una sorta di patina.

Umano, abbiamo la stessa età?

L’aspettativa di vita dei gatti si aggira attorno ai 15 anni. I gatti che vivono all’aperto invecchiano più in fretta dei gatti d’appartamento che possono arrivare anche a 20 anni.

Il corpo umano per raggiungere certe fasi di sviluppo ci mette anni. Il gatto in 6 mesi o comunque entro l’anno è già adulto. Quindi si può dire che il primo anno del gatto corrisponde ai 15 umani. Mentre il secondo anno del gatto corrisponde a 9 anni umani, quindi a 2 anni avrà 24 anni umani. Dal terzo anno felino si conteranno 4 anni umani, quindi un gatto di 3 anni avrà 28 anni umani e così via.

Riassuntino

  • 1 anno felino = 15 anni umani
  • 2 anni felini = 15+9 (il secondo anno felino corrisponde a 9 umani) = 24 anni umani
  • 3 anni felini = 28 anni umani (dal terzo anno in poi si aggiungeranno sempre 4anni).

Ora puoi andare dal veterinario con qualche informazione in più sull’argomento e vedere se hai indovinato l’età del gatto oppure no. Ad ogni modo, l’importante è che stia bene e che non venga abbandonato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *